Meglio essere un “grande lavoratore” o un “grande imprenditore”?

La risposta “naturale” è “entrambi”, ma…

C’è una sostanziale differenza tra essere un grande lavoratore e un grande imprenditore.

Lo dice la parola stessa.

Un grande lavoratore si dedica completamente al proprio lavoro, al “fare le cose”, alla parte tecnica della sua attività; un grande imprenditore si concentra sulla sua impresa, sulla gestione e sulla sua capacità di produrre flussi di cassa.

Non è un dettaglio!

Concentrarsi sul proprio lavoro è sicuramente importante ma il tuo fine, se sei un imprenditore, deve essere quello di far crescere la tua impresa.

Non significa dimenticarsi dell’operatività. Significa ricordarsi qual è il tuo ruolo in azienda.

Se sei un grande lavoratore e sei convinto che l’unica cosa che conta sia lavorare, per te l’importante è “solo” lavorare tanto.

Se sei un grande imprenditore sai benissimo che lavorare tanto per portare a casa margini risicati e problemi finanziari per colpa di clienti che non pagano non ha mai portato buoni risultati.

Questo accade di continuo.

Se parti dal presupposto “L’importante è lavorare” significa che vuoi portare a casa del fatturato per gonfiare un numero inutile come i ricavi!

Il fatturato non conta! L’unica cosa che conta è la cassa.

La cassa la fai con i margini!

Leggi tutto “Meglio essere un “grande lavoratore” o un “grande imprenditore”?”